CARLO PIGNATELLI

Carlo Pignatelli nasce a Latiano in provincia di Brindisi nel 1944. La sua griffe è nota nel mondo soprattutto per i suoi abiti maschili da cerimonia. Sono oltre 40 gli anni che scandiscono la storia del designer iniziata presso laboratori sartoriali prestigiosi da cui apprese l’arte della sartoria.

Lo stile sartoriale lo contraddistingue da sempre in maniera inequivocabile sin dalle prime collezioni uomo e donna legate alla cerimonia.

E’ proprio nel settore della Cerimonia e degli sposi che il designer opera una “rivoluzione”. La sua creatività ed il suo continuo bisogno di evoluzione lo hanno portato a ridisegnare le forme e i contenuti stilistici di un comparto moda tanto legato alle tradizioni.

E nel rispetto delle tradizioni sartoriali che nel 1980 a Torino debutta la prima collezione uomo confezionata artigianalmente dallo stilista. In passerella uno sposo insolito, linee, colori e tessuti inediti, vengono proposti per un uomo protagonista di una cerimonia sino ad allora rivolta esclusivamente alla donna. Per la prima volta nella storia della moda maschile, una collezione Alta Moda. Da quel momento inizia il suo successo, destinato a spaziare velocemente in Italia e nel mondo.

“Per me la sartorialità è un’etica, lo strumento unico per la ricerca della perfezione e del bello sul corpo. La mia sfida è applicarla costantemente alla ricerca ed alla creatività fondendo, in tal modo, la tradizione all’innovazione.”

Il 1993 è l’anno in cui per la prima volta la griffe torinese solca le passerelle dell’allora Milano Collezioni Uomo. Il successo inducono la sartoria a razionalizzare il ciclo produttivo trasportando sull’impostazione artigianale alcune tecniche industriali. A Torino sede attuale della Carlo Pignatelli SPA lo stilista supportato da uno staff progetta tutte le collezioni la cui prototipia è realizzata interamente dalla sartoria. Tutt’oggi quest’ultima confeziona per i personaggi dello spettacolo e per i più esigenti abiti su misura.

Il ’95 segna lo storico sodalizio con la Juventus per cui disegna le divise ufficiali.
Alla Juventus seguiranno la Nazionale Italiana di calcio, l’Olympic Marsiglia (1999), il Torino (2001) e il Watford (2002).

Oggi le oltre venti collezioni Carlo Pignatelli spaziano dal mondo maschile a quello femminile nei diversi segmenti compreso quello degli accessori.

“In tutte le mie collezioni troverete parte della mia formazione, l’arte sartoriale, la ricerca della qualità e dell’innovazione, principi cardini del nostro made in Italy”.

Carlo Pigantelli Cerimonia.

“In tutte le mie collezioni troverete parte della mia formazione, l’arte sartoriale, la ricerca della qualità e dell’innovazione, principi cardini del nostro made in Italy”.

Verificare disponibilità taglie e modelli.